125° ANNIVERSARIO PER LA SCUOLA SAN LUIGI DI PESCANTINA

Domenica 26 maggio tutto il paese in festa. Inaugurata la mostra fotografica

 

Domenica 26 maggio, con una solenne celebrazione presieduta dal padre generale della Piccola Casa don Carmine Arice e dal parroco di Pescantina don Ilario, si è aperta la settimana che conclude i festeggiamenti per il 125° anniversario di fondazione della Scuola dell’Infanzia “San Luigi” di Pescantina.

A partire dal 22 febbraio sono stati diversi i momenti che si sono succeduti: dopo un iniziale concerto meditativo, sulla vita del Santo Cottolengo, sono successivamente intervenute diverse personalità, per incontri formativi dallo sfondo educativo, pedagogico e valoriale.

Al termine di ogni iniziativa, per ringraziare gli artisti e i relatori, alcuni bambini presenti hanno donato una borsa disegnata con le loro mani, dove era raffigurato il Cottolengo circondato da bambini e la scritta riportante lo slogan di questi appuntamenti: "I più piccoli nel cuore".

La Messa di domenica 26 maggio è stata animata dai circa 70 bambini della scuola, che si sono preparati imparando dei nuovi canti che sono stati scritti appositamente per l'occasione e che parlano di Dio Padre Provvidente e di san Giuseppe Benedetto  Cottolengo. Il coro parrocchiale Arcobaleno ha accompagnato il coretto con altri canti e musica.

Terminata la celebrazione, mentre un concerto di campane ha accompagnato i passi dei partecipanti, il corteo composto da bambini, famigliari, cottolenghini e abitanti di Pescantina ha sfilato dal Duomo alla Scuola San Luigi.

Il tagliodei nastri ha inaugurato la Mostra Fotografica. In questi mesi infatti, tutta la popolazione del paese, è stata coinvolta nella ricerca di foto storiche della scuola e la risposta è stata positiva e sovrabbondante.

Sono stati tagliati quattro nastri: il primo dal vice parroco don Marco in quanto la scuola nacque dal desiderio di Don G. Peretta e Don B. Ottoboni, che in accordo con l’Amministrazione Comunale, nel 1894 chiesero alla Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino la collaborazione per avviare l’opera educativa in Pescantina. Il secondo nastro è stato tagliato dal padre generale don Arice, il terzo dal bambino più piccolo di tre anni che frequenta attualmente la scuola e per finire dall'alunno più anziano ancora vivente: una signora che nel mese di agosto compirà  100 anni.

La mostra fotografica, visitabile fino al 31 maggio in orario scolastico, è articolata in tre parti: una più storica (8 pannelli) che racconta la fondazione e l'evoluzione della struttura con foto appartenenti agli inizi del 1900. Seguono 4 pannelli con foto moderne di questo anno scolastico e 4 pannelli a tema (visi e sorrisi, ieri e oggi, genitori in festa, il Natale alla scuola).


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy