Suor Maria Carola Cecchin:

Cerimonia di chiusura dell'inchiesta diocesana sulla Causa di Canonizzazione

7 ottobre 2014

L’Arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia presiede alle ore 18.30 nella Chiesa Grande della Piccola Casa il rito di Chiusura dell’Inchiesta Diocesana sulla Causa di Canonizzazione della Serva di Dio suor Maria Carola Cecchin.
Sono presenti il Padre generale della Piccola Casa, padre Lino Piano e numerosi cottolenghini.

La semplice cerimonia si svolge all’esterno del Presbiterio ed è coordinata dal Cancelliere Arcivescovile Mons. Giacomo Maria Martinacci. Dopo il canto del Veni Creator, la Madre Generale Madre Giovanna Massè indirizza un caloroso saluto e ringraziamento a S. E. Mons. Cesare Nosiglia e a tutti i presenti.

Si legge la Parola di Dio e, dopo una pausa di riflessione, la Superiora della Delegazione Territoriale “Africa” Suor Francesca Moiana legge un breve profilo di Suor Maria Carola Cecchin. L’Arcivescovo, offrendo la sua riflessione, sottolinea alcuni aspetti edificanti della vita della Serva di Dio che sono di esempio non solo ai cottolenghini, ma a tutti i cristiani.

 

 

Segue, come richiede la procedura, il giuramento di aver adempiuto quanto richiesto dalle Norme del Diritto Canonico. Dopo il giuramento dell’Arcivescovo, segue quello del delegato episcopale per le Cause dei Santi, prof. don Giuseppe Tuninetti, del notaio dr. Gianni Sessa e della Postulatrice Suor Antonietta Bosetti.

Si canta il Magnificat, le Sorelle e i Fratelli kenioti eseguono canti di ringraziamento in lingua Kiswahili, mentre si procede all’apposizione dei sigilli sulle tre scatole che contengono i documenti relativi all’Inchiesta effettuata: due scatole saranno portate alla Congregazione delle Cause dei Santi presso la Santa Sede a Roma, la terza scatola sarà consegnata e conservata nell’Archivio dell’Arcidiocesi torinese.

 

 

Con la consegna dei documenti alla Santa Sede inizierà l’Inchiesta Romana, che verificherà l’eroicità delle virtù di Suor Maria Carola, eroicità che la farebbe dichiarare Venerabile e, se per sua intercessione si ottenesse un miracolo, sarebbe proclamata Beata!

Deo gratias!


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy