Tra passato, presente e …un futuro da costruire insieme

31 ottobre 2012 - 8 novembre 2012

Due date per dare avvio al cammino e dire continuità, due occasioni che hanno favorito un clima di grande familiarità e amicizia all’interno della nostra realtà formativa che quest’anno compie 76 anni.

Già nel 1932, la Piccola Casa aveva iniziato le trattative per aprire una Scuola per Infermieri, un sogno fortemente voluto dalla Madre Generale di allora, Madre Scolastica Piano e concretizzatosi l’8 novembre 1936. Ora il Centro di Formazione del Presidio Sanitario - Ospedale Cottolengo in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Facoltà di Medicina e Chirurgia –“A.Gemelli”  conta 200 studenti suddivisi nei tre anni della Laurea in Infermieristica e nei due anni della Laurea Magistrale.

200 giovani dallo sguardo limpido, capaci di vincere il grigiore che ci attornia per portare con delicatezza e competenza il calore della cura a chi sta vivendo un tempo di malattia e sofferenza. 200 giovani che hanno riempito con il loro canto e la loro preghiera la nostra Chiesa grande per la Messa di inaugurazione del nuovo Anno Accademico, lasciandosi conquistare dall’omelia vivace e brillante del delegato del Vescovo per la pastorale universitaria diocesana, don Luca Peyron.

La giornata inaugurale è proseguita nel Salone Convegni con i saluti di Padre Lino Piano, del Dottor Michele Coppola, Assessore alla Cultura, Patrimonio linguistico e politiche giovanili della Regione Piemonte, della Prof. Gigliola Sica, Coordinatrice della Struttura Didattica dei Corsi di Laurea, del Professor Castelli, Direttore Sanitario Emerito dell’Ospedale Cottolengo e la prolusione del Professore Pierluigi Granone sul tema: “Il percorso polmone: un modello organizzativo di integrazione multidisciplinare oncologica”. A questa è seguita la consegna della Borsa di Studio in memoria dello studente-infermiere Pietro Alongi, consegnata dalla moglie a due studentesse meritevoli del terzo anno di corso, finalizzata a finanziare uno  stage al Policlinico Gemelli di Roma.

Simpatici ed emozionanti i video realizzati dagli studenti del secondo e terzo anno per accogliere le matricole. Commovente il ricordo di Nicola, giovane studente del terzo anno scomparso a settembre.

Ciao Nico…anche se non più fisicamente tu continui ad essere uno di noi e ci accompagni al traguardo, insegnandoci a vivere in pienezza ogni attimo della nostra vita.

Una vita in pienezza per mettersi a servizio della vita e… da 76 anni continua questa magnifica avventura all’interno della Piccola Casa secondo lo spirito di s. G.Cottolengo.

Deo gratias!

 

«Guardiamo in modo nuovo noi stessi, Dio, l’uomo,
per scoprire che Dio non toglie niente alla scienza
perché Dio ci vuole felici.
Questo Crocifisso ha gli occhi aperti per dirti:
“apri gli occhi, guarda l’uomo, guarda te stesso,
guarda il tuo futuro non dal basso della terra,
ma dall’alto dei cieli”».

(Dall’omelia di don Luca Peyron
alla Messa di Inaugurazione dell’Anno Accademico)


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy