Siamo un Istituto religioso, fondato da San G. B. Cottolengo e distinto in due "famiglie": suore di vita contemplativa e suore di vita apostolica. L'Istituto è stato approvato dalla Santa sede come Congregazione di diritto pontificio il 20/6/1959. Come le donne del Vangelo che seguivano e servivano il Signore, poniamo a fondamento della nostra vita umana e spirituale Dio e la sua gloria, e viviamo con gioia e gratitudine la totale appartenenza a Dio, felici di essere «serve dei poveri», sicure di ritrovare nella lode di Dio e nella carità verso i fratelli la nostra piena realizzazione come persone e come donne.
L’amore, espresso nel servizio di lode e in quello di carità, è l’opera buona che siamo chiamate a svolgere nella Chiesa per i fratelli più bisognosi.
La ricchezza delle nostre due Famiglie si alimenta ricordando vicendevolmente una all’altra che ogni servizio ai poveri è lode, e ogni lode è servizio.

 

Le suore di vita contemplativa

Suore di vita contemplativa
Il nostro servizio è il culto: nel silenzio e nella solitudine, nella preghiera e nella gioiosa penitenza, alimentato dai sacramenti, in particolare dall’Eucaristia, dalla lettura assidua della Parola, dall’adorazione continua. Con l’opera della liturgia ci proiettiamo nell’eterno: Rallegriamoci ed esultiamo, rendiamo a Lui gloria (Ap 19, 7), profetizzando la lode gloriosa che ha inizio in questa vita come dono di Dio.
Il nostro servizio è tenere desta la memoria, la consapevolezza che sotto le sembianze sfigurate dei sofferenti si cela il Volto di Gesù. Nella contemplazione della Passione del Signore vediamo l’amore di Dio per noi. Davanti al Signore innalzato impariamo a riconoscere nel dolore il segno dell’amore e in amore trasformare ogni sofferenza: il Cristo raggiunto nella contemplazione è lo stesso che vive e soffre nei poveri.
L’uomo e la donna di oggi hanno bisogno come sempre e più che mai di consolazione; per questo ci poniamo accanto alle sofferenze e desolazioni di questo secolo come presenze silenziose, come parole di consolazione. Anche quando ci troviamo impotenti di fronte al dolore, crediamo che con la preghiera sia possibile “calare” nel cuore di chi soffre per porre il seme della speranza.

 

 

Le suore di vita apostolica


Suore di vita apostolica
L’avventura di carità del Cottolengo, la Piccola Casa e tutta la nostra storia di Suore cottolenghine sono viva testimonianza della bontà misericordiosa del Padre, segno incisivo della sua provvidenza, impegno per noi a continuare questa "epifania" della Carità di Cristo nella nostra breve storia proiettata nel futuro. Cristo è l’autore della nostra vocazione, il centro e la ragione del nostro essere lode e servizio.
La Parola di Dio, risuonata per noi nella storia attraverso l’opera del nostro Fondatore, ci invia ai poveri ponendoci accanto a loro come sorelle e madri. Con audacia profetica, spinte dalla carità di Cristo, con semplicità e gioia ci facciamo per essi strumenti della Divina Provvidenza, testimoniando al mondo l’amore di Dio Padre.
Ogni grido di dolore, ogni voce che implora soccorso, consolazione al corpo e allo spirito, trova eco nel nostro cuore di Suore cottolenghine. Spinte dal fuoco della Carità di Cristo, facciamo nostre le sofferenze dei fratelli e accorriamo per lenire, confortare, infondere speranza, restituendo come amore gratuito l’amore ricevuto.



Sito del IX Capitolo Generale (novembre-dicembre 2009)


Piccola Casa della Divina Provvidenza, via S. G. Cottolengo, 14 - Torino, tel.+390115225111 — Cookie policy